Spunta un dato che deve far riflettere: i dettagli

“Meglio un viaggio impossibile che non partire”.

Così Pioli durante la conferenza di vigilia di Bologna – Milan. Non è la prima volta che il tecnico alza l’asticella degli obiettivi. Ma questo Milan è migliorato rispetto allo scorso anno tanto da ambire ad obiettivi importanti? Proviamo ad analizzare i numeri. Non c’è una sostanziale differenza tra il Milan di questa stagione e quello della passata. Certo, i punti in classifica sono due in più, 25 (otto vittorie e un pareggio) a 23 (sette pareggi e due vittorie).

21 la scorsa stagione e 22 in questa. Ma il dato più importante e migliorativo è nella distribuzione delle reti. L’anno scorso il 50% delle realizzazioni sono state appannaggio di Zlatan Ibrahimovic con i suoi dieci gol su quattordici della rosa degli attaccanti (Ibra dieci, Leao due e Diaz e Saelemaekers uno). Nel campionato in corso le reti del pacchetto offensivo sono comunque quattordici ma distribuite su tutta la rosa (Leao quattro, Giroud e Diaz tre, Ibra due, Rebic uno e Maldini uno). Non essere dipendente da un solo calciatore, alla lunga, può rivelarsi una risorsa. E in questo il Milan è migliorato.

Simon Kjaer Milan

Il dato che deve far riflettere è quello del reparto difensivo. I gol subiti nei due campionati dopo nove giornate sono sempre nove ma in situazioni completamente diverse. Lo scorso anno il pacchetto arretrato non poteva contare su Tomori e Romagnoli rientrava da un infortunio lungo tre mesi. Quest’anno mister Pioli ha potuto contare sin da subito sulla difesa al completo: Kjaer, Tomori, Romagnoli e Gabbia.

Il dato che deve fare ulteriormente riflettere è quello della distribuzione delle reti. Nelle prime sei giornate, la difesa rossonera è stata un bunker mentre nelle ultime tre qualcosa non ha funzionato. Al netto degli errori arbitrali, aver subito sei gol in tre partite (Atalanta, Verona e Bologna), cioè il doppio rispetto all’inizio stagione con la metà delle partite, è un campanello d’allarme da non sottovalutare. Obiettivi e successi passano da un equilibrio che al momento non è stato completamente trovato.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy