Pioli a Prime: “Grande prova di maturità. Ecco cosa fa la differenza in questo Milan”

Alla fine del match vinto contro l’Atletico Madrid al Wanda Metropolitano, ha parlato ai microfoni di Amazon Prime Mister Stefano Pioli. Le sue parole:

“Giusto festeggiare con i miei giocatori perché hanno messo in campo una prestazione importante. Hanno giocato con grande personalità e coraggio vincendo una partita difficile ma meritatamente a livello di intensità, qualità, mentalità. Ci hanno sempre creduto ed è giusto gioire insieme a loro”.

Cammino in Champions e la storia di Messias: “La storia di Messias è una storia bellissima ma è solo all’inizio perchè è un ragazzo di qualità. Ha avuto difficoltà quando è arrivato e questa gol gli darà ancor più consapevolezza e convinzione. Darà un bel supporto alla squadra”.

Arrivano i complimenti di Clarence Seedorf per aver visto un grande Milan: “Un grande onore i tuoi complimenti. Tu sai cosa significa giocare nel Milan e giocare in un grande Milan. Ci stiamo provando e la squadra è quella giusta. Abbiamo fatto una prova di maturità”.

Il rinnovo: “Con il club c’è sintonia. C’è stima ed empatia reciproca tra me squadra, dirigenti, club, ambiente. Deve continuare così perché il lavoro, le idea, la qualità e i risultati fanno la differenza. La firma arriverà”.

Pioli, Atletico Madrid-Milan

L’allenatore rossonero è intervenuto poi anche a Sky Sport:

Sono felicissimo per i miei giocatori e per i tifosi che ci hanno sempre sostenuto. Abbiamo giocato una partita matura e consapevole contro un avversario così difficile. Questa vittoria deve darci ancora più fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi. Ora dobbiamo ributtarci sul campionato con grande convinzione, siamo il Milan e vogliamo dimostrare di poter lottare su tutti i fronti“.

Sì, questa è la classica notte da ‘dna rossonero’ in Europa: vogliamo mantenere questo livello, anche se sappiamo che c’è da fare ancora tanta strada, ma vogliamo sempre onorare la gloriosa maglia che indossiamo“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy