Pioli: “Abbiamo subito un grave torto. L’arbitro ci ha detto una cosa”

Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni di Dazn al termine del match a San Siro contro lo Spezia, perso nel finale grazie al gol di Gyasi dopo il caos contro l’arbitro nel finale. Le parole:

Sull’errore dell’arbitro: “Ho provato a calmare i ragazzi, ma non ci sono riuscito. Sapevamo di aver subito un torto, mi dispiace dirlo ma devo andare contro la direzione arbitrale. Poteva essere una serata diversa. Dobbiamo reagire immediatamente”.

Sul match:Non abbiamo avuto poca fluidità, siamo stati pericolosi. Il loro portiere è stato molto bravo e noi non molto precisi. È pesante perdere così”.

Sulla classifica: “Non ci voleva, avevamo un occasione. Purtroppo non siamo riusciti a portare a casa la vittoria, reagiremo sicuramente. È stata una giornata storta”.

Sul centrocampo: “Le caratteristiche sono diverse, era la prima volta che giocavano insieme. Dopo una sconfitta così è importante avere dopo partite importanti. Ci daranno grande voglia. Sul primo gol subito dovevamo fare meglio, non dovevamo subire il pareggio”.

Il tecnico rossonero, successivamente, ha anche parlato a Milan TV ed in conferenza stampa. Queste le sue parole:

LEGGI ANCHE:  Milan, una big inglese si inserisce alla corsa per Botman!

Sulla sconfitta:

“Abbiamo perso lucidità dopo l’episodio decisivo del match. Volevamo vincere, ma quell’episodio ci ha mandato in confusione. Abbiamo sbagliato sul secondo gol, è evidente, abbiamo perso tutti l’attenzione”.

Sulla squadra:

“Tutto sommato abbiamo avuto un buon equilibrio. Nel secondo tempo abbiamo concesso qualcosa di troppo in fase difensiva, ma è davvero troppo poco aver segnato solo un gol con quello che abbiamo creato”.

Sull’arbitro:

“L’arbitro ha chiesto scusa. Dispiace per la persona, ha chiesto subito scusa e si è messo le mani in testa perché si è accorto subito di aver sbagliato”.

Sulle prossime partite:

“Inter e Juve arrivano nel momento giusto. Dopo una serata così meglio avere partite così importanti e così stimolanti. Dobbiamo dimostrare di essere cresciuti tanto sia a livello mentale che caratteriale. La sfida di oggi ci deve dare ancora più forza e compattezza per affrontare le prossime partite”.