Sei qui: Home » News » Gazidis: “Sono milanista! Scudetto? Vi dico di chi è il merito”

Gazidis: “Sono milanista! Scudetto? Vi dico di chi è il merito”

Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan, ha fatto – e sta facendo – un ottimo lavoro “dietro le quinte”. Tantissimi gli accordi con vari partner e una situazione societaria molto migliorata. Gazidis ha parlato ai microfoni di Sky Sport di tutta la stagione e, in particolare, di Paolo Maldini.

Gazidis Milan Scudetto

SULLA VITTORIA – “Questa vittoria significa qualcosa di più. Non è solo quello che abbiamo fatto, ma come l’abbiamo fatto: questo gruppo ha qualcosa di speciale, ha un grande spirito“.

SULLA NASCITA DI QUESTO MILAN – “Questo milan è nato in tanti momento con tante persone speciali. È merito di Ibra, di Maldini, è un lavoro di squadra. Questi tifosi ci hanno spinto in ogni momento, sono orgoglioso e molto felice per loro. Dopo tanti anni questo club aveva bisogno di una serata come questa“.

SU MALDINI – “La sua storia con il Milan è bellissima, ma lui non è una bandiera in questo caso. È un dirigente serio che lavora duramente per questo club, ho sempre creduto in lui fin dall’inizio. È una parte importantissima del futuro del Milan, non appartiene solo al passato“.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, interesse per il titolare della Lazio: contatti avviati

SU COME STA AL MILAN – “Io mi sento a casa qui, sono davvero un milanista. sento qualcosa di speciale questa sera, è qualcosa di incredibilmente speciale“.

L’amministratore delegato rossonero è intervenuto anche ai microfoni di DAZN, parlando del possibile passaggio di società:

SUI TIFOSI – “Questo entusiasmo è incredibile. Il Milan, che è uno dei club più grandi al mondo, meritano tutto questo. I nostri tifosi sono davvero speciali“. 

SUL MILAN DEL FUTURO – “Dobbiamo migliorare sempre. Ad inizio stagione credevemo in noi stessi, conoscendo le nostre qualità, dobbiamo migliore, ma ora godiamoci la festa“. 

SUL SUO FUTURO – “La cosa più importante è che il Milan è stabile e può guardare al futuro con fiducia. Ora il club sta in piedi da solo, siamo giovani, abbiamo pensato già a come migliorare la squadra. Del mercato parleremo da domani o da dopo domani“.

SUL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ“Non pensiamo a queste cose ora, godiamoci questo scudetto“.