#3 – BAGGIO: immensa fantasia, poche parole, tanti litigi – SpazioMilan