Sei qui: Home » Copertina » Quando “Amsterdam Arena” significa casa: Emanuelson e De Jong tornano nel loro passato

Quando “Amsterdam Arena” significa casa: Emanuelson e De Jong tornano nel loro passato

AjaxQuella di stasera per Urby Emanuelson e Nigel De Jong sarà la partita del ritorno alle origini. Si ritorna a giocare all’Amsterdam Arena dove entrambi avevano mosso i primi passi nel calcio che conta, con l’esordio nelle competizione europee proprio con la maglia dell’Ajax. E anche i primi trofei portano la firma olandese dei lancieri: una Eredivise per entrambi (nel 2011 per Emanulson, otto anni prima per De Jong), tre Coppe d’Olanda per Urby contro l’unica di Nigel nel 2006 e tre Supercoppe d’Olanda per Emanuelson contropposte alle due di De Jong. In patria, dunque, il mancino rossonero conta più medaglie al collo rispetto al compagno ex City.

Emanuelson ha concluso la sua esperienza in patria proprio grazie al Milan: era infatti l’inverno del 2011, i rossoneri del primo Allegri erano lanciati verso lo scudetto e serviva un rincalzo per la fascia sinistra, capace di esser utile anche a centrocampo. Galliani, su consiglio di Raiola, volò in Olanda e nel giro di pochi giorni tornò in Italia con Emanuelson sull’aereo. Non determinate il suo apporto allo scudetto numero 18, ma prezioso come 12esimo uomo.

LEGGI ANCHE:  Rinnovo Maldini, retroscena sulla trattativa: svelata la richiesta del dirigente

Diversa, invece, la storia di De Jong. Prima di giungere in rossonero, l’olandese ha provato l’esperienza della Bundesliga con la maglia dell’Amburgo e della Premier League con il Manchester City di Mancini, prima di arrivare l’anno scorso a Milano negli ultimi giorni di mercato.

Oggi, per entrambi, rientrare nell’Amsterdam Arena come avversari sarà una serata speciale. E se per Emanuelson è prevista una partita da spettatore in panchina, più probabile invece l’utilizzo da titolare di De Jong. Un incontro che sarà un tuffo nel passato per i due rossoneri, sperando che a fine gara solo i tifosi del Diavolo vorranno ricordarsi questa partita.

Twitter: @SBasil_10