Sei qui: Home » Copertina » Avversario e rimpianto. Fischer, dalla visita a Milanello all’Ajax: il Milan lo scartò per 1,5 milioni…

Avversario e rimpianto. Fischer, dalla visita a Milanello all’Ajax: il Milan lo scartò per 1,5 milioni…

Fischer-420x280Il pareggio che il Milan ha conquistato all’”Amsterdam ArenA” può soddisfare solo per come è stato raggiunto, ma per il resto deve rimanere un rimpianto. Un’occasione persa. Per il presente, vincendo i rossoneri avrebbero quasi messo al sicuro (almeno) il secondo posto ed “eliminato” l’Ajax, ma anche per il passato, con un riferimento di mercato preciso: Viktor Fischer. L’attaccante danese di 19 anni, infatti, nell’incontro di Champions appena trascorso è rimasto in campo dall’inizio alla fine, è stato ad un passo dal Milan nel 2011, che decise di scartarlo perché giudicò eccessiva la richiesta del Midtjylland, squadra con sede ad Herning (Danimarca) e che milita nella massima serie della SAS Ligaen, la prima parentesi della carriera di Fisher, di (soli) 1.5 milioni di euro.

In quell’occasione, quello che nella sua terra viene considerato il più grande talento calcistico dopo Laudrup, come scrive Gianlucadimarzio.com, aveva incantato al Torneo di Viareggio, colpendo l’attenzione di Milan, Inter, che lo ha seguito nella scorsa stagione, Udinese e anche Manchester City, che lo stesso Fisher rifiutò dopo un provino perché poco stregato dall’ambiente. Ci ha pensato l’Ajax a non perdere tempo e passare ai fatti, acquistandolo e beffando la concorrenza. Classe ’94 e già 13 gol in 43 partite con la Prima Squadra dei Lancieri, più l’intera trafila con le Nazionali giovanili per poi esordire, nel 2012, in quella maggiore.

LEGGI ANCHE:  Milan, i convocati per il ritiro: l'elenco completo!

Ieri sera ha dimostrato classe ed eleganza, andando vicinissimo alla rete nel primo tempo. E’ stato uno degli uomini più pericolosi degli di De Boer. Quasi 3 anni fa Fisher aveva anche visitato sia le strutture rossonere del “Vismara” che quelle di Milanello: segno che il suo arrivo era quasi cosa fatta.. Era ad un passo, adesso è solo un rimpianto.