Con le stesse speranze di un anno fa: da Napoli iniziò la rinascita

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Napoli-Milan, 2012: il Milan, reduce dalla cocente sconfitta casalinga contro la Fiorentina, va a Napoli alla ricerca di certezze. Dall’altra parte c’è un Napoli agguerrito, con Mazzarri pronto a rifilare l’esonero al collega Allegri. I rossoneri escono anche da una settimana burrascosa: Berlusconi è appena stato a Milanello per resuscitare la squadra da un apparente stato di coma e forse ci riesce anche. Il Napoli, infatti, va subito in vantaggio con Inler e al 30′ è già avanti 2-0 col gol di Insigne. Prima dell’intervallo, il Faraone tiene a galla i rossoneri e nella ripresa completa la rimonta. Da quel momento, il Milan in 25 partite perde solamente due volte e raggiunge un miracoloso terzo posto.

Napoli-Milan, 2014: il Milan, reduce dal deludente pari interno contro il Torino, va a Napoli alla ricerca di sé stesso. Dall’altra parte c’è un Napoli in grossa difficoltà, reduce da un pesante ko contro l’Atalanta e dalla sconfitta nella gara di andata contro la Roma in Tim Cup. Seedorf sfida Benitez per la prima volta e la sfida si prevede elettrizzante, con entrambe le squadre capaci di andare a segno con molta facilità ma fragili in fase difensiva.

L’anno scorso Napoli volle dire rinascita: quest’anno, anche senza la benedizione di Silvio, ci aspettiamo una ripresa. E in fretta.