Rami a Il Giornale: “Prima nessuno si fidava di me, adesso mi è cambiato il mondo”

rami (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Oltre all’intervista concessa a Sky Sport, il difensore del Milan Adil Rami ha parlato anche ai taccuini de Il Giornale, parlando della sua esperienza in rossonero e di come la situazione sia cambiata radicalmente con l’arrivo in panchina di Seedorf: “Mi è cambiato il mondo. Per quattro mesi mi sono allenato senza giocare, il Milan perdeva e nessuno si fidava di me. Adesso il Milan ha preso a vincere, io sto giocando e cominciano a scoprirmi“.

E ancora: “Mi ritengo una persona fortunata. Io sono arrivato, mi sono allenato duramente, poi l’allenatore ha fatto la sua scelta. Cos’è successo alla difesa? C’è stato un cambio di mentalità. Abbiamo finalmente cominciato a difenderci come squadra, tutti insieme. Siamo compatti e così i risultati arrivano”.

L’ex Valencia non ha mai fatto mistero che il suo idolo è Alessandro Nesta: “La fissa per Nesta? E’ nata da ragazzo: l’ho visto giocare, è diventato il mio modello. Poi ha giocato nel Milan e il Milan è diventata la mia squadra di riferimento”. Milan che non se la passa benissimo: “Succede a chiunque un anno così così. Poi tornerà a vincere perché è un grande club che ha fatto la storia del calcio. E infatti adesso che sono qui, voglio restare qui, chiudere la mia carriera in rossonero”. 

Del resto, il nativo di Bastia è stato chiaro col suo agente: “Ho detto al mio procuratore: non dirmi niente della trattativa, sappi solo che io voglio restare al Milan“.