Allegri: “Ringrazio Berlusconi e Galliani che credettero in me. Mi diedero la possibilità di allenare grandi campioni”

Se Massimiliano Allegri è diventato l’allenatore più vincente del campionato italiano, è anche e soprattutto merito del Milan. Lo ha ammesso lui stesso ieri sera ai microfoni di a Sky Sport, ai quali, in attesa di cominciare la nuova stagione sulla panchina della Juventus, ha parlato positivamente dell’esperienza in rossonero nonostante sia conclusa con uno spiacevole esonero nel gennaio 2014. Esperienza che lo ha formato e gli ha permesso di diventare un tecnico preparato e vincente: “Devo ringraziare Berlusconi e Galliani, che credettero in me quando ero al Cagliari. Mi presero e mi diedero la possibilità di allenare una grande squadra, piena di campioni anche se non giovanissimi. Erano tutti grandi calciatori che avrei voluto allenare sei o sette anni prima per cercare di costruire un ciclo vincente. Quando venne fuori la possibilità di prendere Ibrahimovic, dissi a Berlusconi: ‘Presidente, se me lo compra vinciamo subito lo scudetto’. Così fu, ci diede una grossa mano in quella stagione. Nel complesso sono stati quattro anni meravigliosi per me, anche se ci furono un po’ di problemi con i calciatori che stavano chiudendo la carriera. Peccato sia finita in maniera non positiva”

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy