Violenza sessuale di gruppo ai tempi del Milan: Robinho condannato a nove anni di carcere

robinho (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Brutta vicenda giudiziaria per l’ex attaccante del Milan Robinho: come riferisce l’ANSA, la nona sezione del tribunale di Milano, presieduta da Mariolina Panasiti, ha condannato il brasiliano, oggi all’Atletico Mineiro, a nove anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo perpetrata – ai danni di una ragazza albanese, all’epoca dei fatti 22enne – in una discoteca di Milano il 22 gennaio 2013. La violenza, secondo le indagini, sarebbe stata consumata da Robinho, all’epoca dei fatti un giocatore rossonero, con altre cinque persone. Non è la prima volta che il fantasista si trova coinvolto in una vicenda simile: nel 2009, quando vestiva la maglia del Manchester City, era stato arrestato per stupro e in seguito prosciolto dall’accusa.