Milan-Piatek: ci siamo. Preziosi verso il "sì", sempre che il Real...

Milan-Piatek: ci siamo. Preziosi verso il “sì”, sempre che il Real…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il matrimonio tra Piatek ed il Milan è vicinissimo. La rinuncia di Leonardo a partire per Gedda in vista della Supercoppa italiana con il resto della dirigenza per portare avanti la trattativa col Grifone è un altro segnale importantissimo. Il DS rossonero – secondo quanto riferisce SportMediaset.it – interloquirà anche con il Chelsea per la cessione di Higuain. E lo stesso l’argentino, secondo quanto appreso da SpazioMilan, sarebbe in qualche modo distratto dalle questioni di mercato al punto che non è nemmeno certo di una maglia da titolare domani contro la sua ex squadra. Scaroni, Gazidis e Maldini – dal canto loro – in Arabia Saudita sono prossimi a discutere della trattativa con i rappresentanti della Juventus.

Sul polacco come noto c’è anche l’interesse del Real Madrid, così come lo è la sua preferenza per i colori rossoneri . Nelle ultime ora si registra infatti anche l’apertura del presidente del Genoa Preziosi (avvistato ieri sera a Milano da SpazioMilan.it). Ormai praticamente convinto a cedere il giocatore già in questa sessione di mercato, il patron dei rossoblù avrebbe accettato la proposta rossonera: prestito oneroso con obbligo di riscatto, per un ammontare complessivo di circa 40 milioni di euro.

Tutto ciò in attesa di una eventuale rilancio dalla Spagna. Qualora i Blancos non dovessero rilanciare, Piatek si trasferirà al Milan subito dopo la cessione di Higuain al Chelsea. Leonardo e Preziosi definirebbero dunque i dettagli dell’affare dopo la Supercoppa italiana.

SEGUI SPAZIOMILAN SU: FACEBOOK – TWITTER –INSTAGRAM

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy