Pioli: “Tomori? Vedremo per domenica. Romagnoli sta meglio, è pronto”

In vista della sfida di Champions League tra Milan ed Atletico Madrid, ha parlato Stefano Pioli in conferenza stampa. Oltre all’allenatore, ha parlato anche Sandro Tonali.

SpazioMilan, come di consueto, ne riporta il live testuale.

Le parole di Tonali

“Le partite più importanti sono quelle che devono venire. Ci manca uno step: quello di vincere e vogliamo farlo a Madrid. La Champions ci ha insegnato che ci sono squadre forti e furbe che vincono, nonostante giochiamo bene e imponiamo il nostro gioco.

Sono cresciuto tanto, un percorso che se avessi fatto l’anno scorso sarebbe stato normale. Ho avuto un rendimento basso la scorsa stagione, ma ora sto giocando bene e devo continuare così. Una partita fondamentale, sappiamo tutti che questa può essere la partita che ti dà la carica, che ti fa fare la differenza. Possiamo giocarcela con tutte, si è visto, tranne l’andata col Porto dove abbiamo giocato non all’altezza.

All’andata siamo stati superiori, prima dell’espulsione. Ripercorrere le carriere dei grandi milanisti sarebbe fantastico, ma c’è ancora tanta strada da fare. Sono state partite importanti, sia intense che tecniche, ma per episodi e bravura dell’avversario siamo usciti sconfitti. Domani serve concentrazione massima, dare l’anima, per portare i tre punti a casa.

A livello di furbizia tutte hanno più esperienza di noi, credo sia normale visto che molti di noi sono al primo anno in Champions. L’esperienza ti viene giocando, dobbiamo crescere su tutti i livelli. Noi dobbiamo pensare a domani, guardarci negli occhi e dare il massimo.

Dobbiamo pensare più a noi stessi che ai nostri avversari. Vanno rispettati per l’immensa qualità che hanno, ma dobbiamo primariamente pensare a noi. Giocare in casa indubbiamente ti dà quella marcia in più, ma non penso sia giusto dare un favorito in una partita di Champions perché sono gare molto equilibrate”.

Pioli Tonali Milan
Pioli Tonali Milan

Le parole di Pioli

“Stamattina abbiamo fatto l’analisi video dell’avversario. Sappiamo che è l’ultima occasione per rimanere vivi in Champions, sugli stimoli ho dovuto lavorare poco perché sono gare che si preparano da sole.

Per molti di noi è la prima volta in Champions, abbiamo incontrato avversari di altissimo livello. Abbiamo dimostrato di non essere lontanissimi da loro, ma ci è sempre mancato qualcosina. Domani bisognerà dare il 100% per vincere, per continuare a credere negli ottavi.

Tomori speriamo di recuperarlo per domenica, ci proviamo, soffre ancora per il problema all’anca. Romagnoli è pronto, sta meglio. Siamo gli stessi di Firenze a livello di convocazioni, con l’aggiunta di Daniel Maldini.

Dobbiamo essere più attenti nelle situazioni, non è questione di approccio o sosta nazionali; si tratta di situazioni episodiche. Domani bisogna avere grande attenzione e qualità nelle due aree di rigore, il resto è aria fritta se non lavori bene lì.

Indubbiamente l’infortunio di Rebic ci ha tolto qualcosa, ma abbiamo tre giocatori molto offensivi a disposizione. Ormai tutte le partite pesano molto perché vogliamo essere competitivi in tutte le competizioni. Siamo una delle squadre che recupera più punti nei minuti finali, quindi domani dobbiamo stare attenti e lottare fino all’ultimo.

A prescindere da Griezmann, l’Atletico è pieno di giocatori di qualità. Sono molti compatti in tutti i reparti, come lo siamo noi e domani vogliamo ripeterci.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy