Mondiale, i voti di SpazioMilan.it ai rossoneri dopo il secondo turno

Secondo giro terminato per i giocatori del Milan impegnati ai Mondiali in Brasile. Ad eccezione di Mattia De Sciglio, rimasto fuori anche nel match dell’Italia contro la Costa Rica, e di Michael Essien, non impiegato nella gara tra Germania e Ghana, i quattro rossoneri scesi finora in campo nel secondo turno dei gironi sono stati protagonisti di prestazioni molto differenti.

AUSTRALIA-OLANDA 2-3
DE JONG 6
Buona anche la seconda. L’Olanda, impegnata a Porto Alegre contro l’Australia, vince per 3-2 anche la seconda gara del Mondiale. Prova a luci ed ombre quella di De Jong. Nei primi quarantacinque minuti fatica di più rispetto alla gara con la Spagna, anche se non perde mai di vista l’avversario e non tira indietro la gamba. Nella ripresa, invece, sbaglia qualche pallone a metà campo, rischiando addirittura al 56′ di propiziare il colpo del ko australiano, sul risultato di 1-2. Nel finale però viene fuori, tiene alta la squadra, chiude tutte le incursioni avversarie e prova addirittura il tiro da fuori. (Analisi a cura di Roberto Palmiero)

COLOMBIA-COSTA D’AVORIO 2-1
ZAPATA 6,5
Nella seconda vittoria dei sudamericani al Mondiale, Cristian Zapata viene confermato dal primo minuto al fianco di Mario Yepes. Il centrale rossonero non disattende le aspettative e disputa una prestazione di discreto livello. Attento e concentrato, nella prima frazione di gioco, l’ex Udinese riesce infatti a destreggiarsi e a sopperire al meglio alle lacune concesse dal centrocampo. Pollice alto per lui. Prestazione soddisfacente. (Analisi a cura di Paolo Fulgosi)

GIAPPONE-GRECIA 0-0
HONDA 5,5
Nel pareggio a reti inviolate tra nipponici e greci, non brilla il rossonero Keisuke Honda. Nei primi 45 minuti corre tanto ma, cercando di rendersi utile in fase di ripiegamento, gioca lontano dalla porta avversaria e non riesce dunque ad illuminare il match. Al 30′ prova a spaventare Karnesis con una punizione, ma il mancino è piuttosto debole e centrale. Nella ripresa, anche a causa della stanchezza, risponde uscendo completamente dal gioco. (Analisi a cura di Roberto Palmiero)

ITALIA-COSTA RICA 0-1
BALOTELLI 5,5 – ABATE 5
Spariti nel torpore di una squadra senz’anima nella sconfitta contro la Costa Rica, Mario Balotelli e Ignazio Abate non raggiungono la sufficienza. Male l’attaccante, pur lasciato troppo solo, colpevole di aver sbagliato un’occasione da gol relativamente facile che, con ogni probabilità, ci avrebbe permesso di vedere una partita diversa. Insufficiente la prestazione del terzino: tanta corsa, tanta generosità, poca concretezza. E quel fastidioso, costante vizio di non esser mai al posto giusto al momento giusto quando si tratta di difendere. (Analisi a cura di Laura Mela)

GERMANIA-GHANA 2-2
MUNTARI 6,5
Nello spettacolare pareggio tra Germania e Ghana, Sulley Muntari compie la solita azione di cucitura tra difesa e centrocampo. Al 6′ si fa notare per un’apertura panoramica perfetta che certifica il suo ruolo di facitore di gioco in questa Nazionale. Il rossonero offre buoni spunti, ma perde anche dei palloni sanguinosi a centrocampo. La prova del centrocampista rossonera va in crescendo: quasi tutte le manovre della sua squadra passano dai suoi piedi. Al 63′ il milanista ruba un pallone strepitoso, verticalizza per Asamoah Gyan che non perdona e porta in vantaggio gli africani. Al 93′ macchia la sua buonissima prova, facendosi ammonire. Unn cartellino che gli costa cara visto che era diffidato e sarà costretto a saltare l’ultimo match del girone contro il Portogallo. (Analisi a cura di Lino Dimitri)

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy