Insigne, l'oro di Napoli come Ronaldinho: ecco perché