Nazionale: Conte, perché Rugani sì e Romagnoli no?