Tra una nuova fronda e un "non sto più in piedi": una finale invincibile