Dal possesso palla all'equilibrio, da Pasalic a Bertolacci e Sosa fino alle due punte: il vero fuoriclasse è Montella