Storia rossonera, 3 dicembre: la perla di Weah e l'esordio di Abate