Regista o trequartista, Kovavic fa al caso rossonero