Pavoletti riunisce ciò che Lapadula ha "osato" dividere?