Ecco perché Tevez potrebbe arrivare

Pressing del Milan per portare Carlos Tevez dalle parti di Milanello a gennaio. Scappato da Manchester lo scorso 8 novembre, l’Apache si trova nella sua casa di Buenos Aires in Argentina. Alla base della sua decisione – come rivela Goal.com – ci sarebbero, secondo alcuni, motivi psicologici. Il campione di Ciudadela, infatti, avrebbe accusato una forma di depressione.

Molto probabilmente, il City deciderà di metterlo sul mercato per via delle sue continue violazioni del regolamento dello spogliatoio. Inoltre, alla vigilia della partita contro il Newcastle, Roberto Mancini ha dichiarato ufficialmente che Tevez non giocherà mai più con la maglia dei Citizen: “Perché continuate a chiedermi di Carlos? – ha risposto il tecnico italiano ai giornalisti che gli domandavano delucidazioni sulla situazione del giocatore – Tevez non giocherà più con noi: so che è in Argentina, ma non ho la minima idea di che cosa stia facendo. Non ho avuto nessun contatto con lui, non credo sia importante: la cosa che conta è risolvere questo problema il primo possibile e che la squadra resti serena, come è in questo momento“.

LEGGI ANCHE:  Una stagione che passa dagli ultimi 90 minuti: tutto o niente

Ecco che molti club europei si stanno mettendo alla finestra per osservare l’evolversi della vicenda. In questa cerchia di squadre figura anche il Milan. La novità importante la riferisce Gianluca Di Marzio. Attraverso le pagine del suo blog ufficiale, gianlucadimarzio.com, il noto esperto di calciomercato di Sky Sport rivela che il City ha aperto a un possibile trasferimento in prestito con diritto di riscatto fino a giugno. L’ingaggio dell’attaccante (pari a 4 milioni di euro in sei mesi) verrà interamente pagato dal club che lo prenderà. Insomma, un segnale di apertura che lascia ben sperare i dirigenti di via Turati.