Faraone scintillante, Bonera un po’ meno…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Amelia 6,5 – Marco si dimostra attento e puntuale in tutti gli interventi in cui viene chiamato in causa. Da applausi la risposta alla punizione di Hernanes a fine primo tempo.

Abate 6 – Parte spaesato e non è esente da colpe sul goal di Cissè, ma ha il carisma e la volontà di chi non si arrende mai. Nonostante le difficoltà torna subito sul pezzo e regala la consueta prestazione fatta di corsa e quantità. Quando passa dalle sue parti Lulic non la vede quasi mai.

Bonera 5 – Ormai si rischia quasi di diventare ripetitivi: spesso e volentieri fuori tempo, dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, di non aver il passo, il ritmo e le caratteristiche minime per fare il centrale di difesa. Puntualmente anticipato, ha colpe evidenti nell’azione del goal del momentaneo vantaggio biancoceleste.

Mexes 6,5 – Conferma l’ottimo momento di forma: è efficace, puntuale nelle chiusure e molto intelligente anche dal punto di vista tattico. Una risorsa importantissima.

Mesbah 6,5 – L’algerino ci offre un esordio più che incoraggiante, condito da tanta corsa e cross di pregevole fattura. Deve forse migliorare in quanto a precisione, ma siamo decisamente sulla strada giusta.

Van Bommel 6,5 – Come faremmo senza di lui in mezzo al campo? L’olandese instancabile ci regala un’altra prestazione di notevole sostanza. Non perde mai la concentrazione anche nella difficoltà, tampona ovunque può e spesso e volentieri corre anche per Seedorf.

Nocerino 6,5 – Ormai non è più una sorpresa: gioca palloni di prima con straordinaria efficacia, fiuta gli inserimenti come un vero attaccante, recupera palla con disarmante continuità. Peccato per l’ammonizione finale che ci impedirà di averlo a disposizione contro la Juventus.

Merkel 6 – Sufficienza d’incoraggiamento, ma d’ora in poi, per non affondare, serviranno più cattiveria e dinamismo.

dal 68 st Ibrahimovic 7  – Campione immenso che è ormai difficile da descrivere senza cadere nel banale: entra sul 2-1, si carica sulle spalle una squadra che sembrava soltanto voler addormentare la partita, chiude i conti in modo implacabile. Quando entra la Sud impazzisce, impossibile ormai immaginarsi senza lui.  

Seedorf 6,5 – Clarence è fatto così, o lo ami o lo odi: alterna giocate sensazionali come quella del goal del vantaggio a pause preoccupanti, dovute forse ad una condizione fisica non eccellente.

dal 75 st Emanuelson 7 – Che bella sorpresa! Entra a quindici minuti dalla fine con piglio deciso e finalmente convinto, regala ad Ibra la palla che chiude i conti dopo una giocata da vero campione.

El Shaarawy 7 – Classe, eleganza, intelligenza tattica, voglia di mettersi al servizio della squadra: la giocata che porterà poi al 2-1 di Seedorf è davvero uno scintillio di rara luminosità. San Siro lo adora, lo coccola e non vede già l’ora di poterlo riammirare. Faraoncino, sei un grande!

Robinho 6,5 – Ha fatto goal, un gran bel goal e già questo dato, di per sè, è una bellissima notizia. Per il resto corre, si impegna, svaria sugli esterni e si spende notevolmente per la squadra. Unico neo: in alcuni casi si interstardisce in certe giocate davvero incompresibili, che probabilmente rimarranno per sempre un mistero per tutti noi.

dall’88 st Calvano sv

Allegri 7 – Dà meritatamente fiducia ad El Shaarawy nella serata della sua consacrazione definitiva, azzecca magistralmente i due cambi che gli consentono di chiudere i conti. Che istinto!

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook