Convocati, è sempre emergenza ma torna Pato

Ci siamo. Domani sera e’ Milan-Juventus, la partita che vale la stagione. Entrambe le squadre cercheranno una ”vittoria per la fuga”, parafrasando il celebre film di John Houston del 1981. Anche se il tecnico rossonero, Massimiliano Allegri, ha sostenuto che la gara puo’ spostare gli equilibri ma non e’ decisiva, in realta’ chi vince si trova di fronte un’autostrada in discesa. Solo il pareggio puo’ rinviare la sentenza e magari far assistere a un testa a testa fino all’ultima giornata. I rossoneri arrivano alla supersfida senza Ibrahimovic, ancora squalificato, Boateng e Maxi Lopez che non hanno recuperato dai rispettivi infortuni e vanno ad allungare la lista degli indisponibili che già comprendeva Seedorf, Aquilani, Cassano, Gattuso, Merkel e Strasser.

Il Milan si è ritrovato oggi pomeriggio a partire dalle ore 15.00 sul campo centrale del centro sportivo di Milanello per svolgere la consueta seduta di rifinitura, alla vigilia della sfida. I rossoneri hanno inizialmente svolto una fase di riscaldamento a secco con esercizi per gli arti superiori ed inferiori e stretching, seguito da una fase di lavoro tecnico con il pallone a coppie. L’allenamento è poi proseguito con la consueta parte tattica per preparare al meglio la gara contro la formazione allenata da Antonio Conte. La seduta si è infine conclusa con una partitella a campo ridotto e con i portieri alla quale ha partecipato anche il Mister.

LEGGI ANCHE:  Miglior attaccante del campionato Primavera, Nasti rivela: "Da chi prendo esempio"

Al termine della rifinitura Mister Massimiliano Allegri ha diramato la lista dei 21 convocati per la sfida contro la Juventus: Abbiati, Amelia, Abate, Antonini, Bonera, Ely(53), Mesbah, Mexes, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Yepes, Ambrosini, Emanuelson, Muntari, Nocerino, Van Bommel, El Shaarawy, Inzaghi, Pato, Robinho. Il Milan è alle prese con l’emergenza, la Juventus è al completo. Per il tecnico livornese scelte quasi obbligate. Il trio d’attacco sarà composto da Pato e Robinho supportati da Emanuelson, difficile vedere dal primo minuto El Shaarawy. A centrocampo confermati Muntari e Nocerino ai fianchi di Van Bommel mentre in difesa l’unico dubbio è tra Mesbah e Antonini nel ruolo di terzino sinistro. Abbiati, Abate, Nesta e Thiago Silva dovrebbero completare il pacchetto arretrato.

Toccherà a Paolo Tagliavento (sezione arbitrale Can di Terni) dirigere Milan-Juventus. I suoi assistenti saranno Elenito Di Liberatore (Teramo) e Roberto Romagnoli (Macerata). Quarto uomo, Nicola Rizzoli (Bologna). Tagliavento ha diretto 13 volte il Milan, l’ultima volta in questa stagione a Napoli, con un bilancio di 6 vittorie rossonere, 5 pareggi e 2 sconfitte. Per la Juventus, invece, il bilancio parla di 6 vittorie, 3 pareggi6 sconfitte in 15 gare arbitrate.


Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI