Sei qui: Home » News » L’augurio più bello per stasera

L’augurio più bello per stasera

Kakà non tradisce mai. Né sul campo, né fuori dal campo. Lo ha dimostrato anche ieri sera in terra cipriota nel 3-0 rifilato dal Real Madrid all’Apoel Nicosia nell’andata dei quarti di Champions League.

Si, perché per la squadra di Mourinho l’impegno non è stato poi così semplice. L’Apoel ha resistito fino a un quarto d’ora dal termine. Poi Benzema, Kakà e ancora Benzema hanno sbancato. Il brasiliano, inserito nel secondo tempo, è stato assoluto protagonista: al 73′ con un assist morbido a centro area per la punta francese e all’81’ finalizzando una grande azione di Marcelo.

A fine gara l’ex rossonero ha lanciato un messaggio al popolo milanista in vista della partita di stasera: “Credo che il Milan sappia come bisogna affrontare il Barcellona. Guarderò la partita e naturalmente tiferò per i miei ex compagni. Spero che sia una bella gara e che vinca il Milan. E’ chiaro io tifo sempre per i rossoneri a prescindere da con chi giochino”.

Insomma, Kakà si curerà di più di tifare per gli amati colori rossoneri piuttosto che osservare Marsiglia-Bayern Monaco, l’altro quarto di finale dal quale uscirà la prossima rivale del Real in semifinale. Per Ricardo è un momento davvero positivo, dopo infortuni e incomprensioni con Mourinho. Ora il portoghese lo usa come arma letale, soprattutto a gare avviate, e il risultato è sublime. Lo stesso fantasista brasiliano gongola: “Non poteva andare meglio, sono contento di aver aiutato la squadra a vincere questa partita. Io e Marcelo siamo entrati ed abbiamo cercato di dare una mossa alla squadra, ci siamo riusciti e siamo contenti“. Quest’anno, tra Liga e Champions, Kakà ha messo a segno 6 reti in 32 presenze: lo score non è più quello devastante di qualche anno fa, ma la classe è sempre tantissima. La differenza in campo c’è e si vede. Il Milan ne sa qualcosa, ricordando la Champions 2007. E chissà che questa volta bastino le parole di Ricardo e i piedi di Ibra.