Prestito rifiutato! Chiriches per ora resta in Romania

Prestito rifiutato! Chiriches per ora resta in Romania

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

No grazie! Questa la risposta del presidente della Steaua Bucarest Becali alla richiesta di avere in prestito già a gennaio il difensore classe ’89 Vlad Chiriches. Ormai da un po’ di tempo sui taccuini degli osservatori milanisti e visionato più volte dallo stesso Braida, il giovane difensore centrale è sembrato pronto per sbarcare in Serie A.

Tra le pretendenti però non c’è solo il Milan: pare che nelle ultime ore anche la Roma di Zeman stia provando a mettersi nella trattativa provando a convincere il giocatore che la capitale sia la scelta giusta; in terza posizione e un po’ in disparte vediamo l’Inter che continua a tener d’occhio le operazioni senza per il momento intervenire.

Becali intanto si sfrega le mani e aspetta soldi subito da qualche offerente. Il Milan propone un prestito per aver a disposizione al più presto il giocatore, ma la Steaua rispedisce al mittente la richiesta bollandola come insoddisfacente. Pare proprio che per portar via da Bucarest Chiriches ci sia bisogno di più di 8 milioni cash e niente fronzoli. Già all’inizio del mese Galliani aveva provato a convincere con un offerta di 7 milioni i dirigenti del club rumeno ma la richiesta iniziale era di ben 10 milioni. Troppi secondo il Milan. Così l’offerta di prestito che non ha inciso come sperato.

Il giocatore attende notizie dal suo agente che in tutto questo marasma sta cercando di cogliere l’offerta migliore per il suo assistito e media tra tutte le parti in causa. L’Italia sembra che comunque sia la prossima meta calcistica di Vlad Chiriches: Milano o Roma lo deciderà il mercato invernale che ormai è alle porte.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy