Dall’Epifania mai più titolare: Noce vittima delle nuove gerarchie

Nocerino milan-pescara (spaziomilan)C’era una volta un elemento insostituibile nella mediana rossonera. C’era una volta quello che da “usato sicuro” acquistato nell’ultimo giorno del mercato estivo 2011 divenne in poco tempo un diamante prezioso in grado di riconquistare pure la Nazionale. Oggi c’è un giocatore quasi finito nel dimenticatoio. E’ Antonio Nocerino, arretrato nelle gerarchie del centrocampo del Milan.

Nonostante l’assenza forzata di Nigel De Jong, Massimiliano Allegri non sembra aver cambiato rispetto a quanto visto nelle prime settimane dell’attuale stagione. E’ stato rispolverato Mathieu Flamini. Per non parlare di Bakaye Traoré che con i supplementari in Coppa Italia contro la Juventus si è praticamente tolto dal mercato e scalato posizioni, visto il suo ingresso in campo anche domenica scorsa contro il Bologna.

Finora la stagione del centrocampista campano è stata condita da 17 presenze ufficiali tra campionato e Champions League, con due reti. Numeri completamente diversi da quelli complessivi della stagione scorsa, quando l’ex mediano del Palermo aveva messo in fila 48 presenze e segnato ben 11 volte. Nel 2013 in quattro partite tra campionato e Coppa Italia, Nocerino ha accumulato solo 72 minuti, partendo titolare all’Epifania contro il Siena. Troppo poco per non sospettare che ci sia qualcosa che non va per il verso giusto. E c’è da stare attenti a Sulley Muntari, le cui quotazioni riprenderanno ad alzarsi rapidamente.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy