Ortega rapito col commercialista, ma ecco come si è liberato…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ORTEGA 1Brutta avventura per l’ex giocatore Ariel Ortega, vittima di un sequestro lampo da parte di due malviventi in Argentina. Secondo fonti della Polizia Federale di Buenos Aires, il “Burrito” è stato intercettato da due individui armati che lo hanno costretto, insieme al commercialista, a passare sul sedile posteriore prendendo il controllo della vettura.

Stando sempre alla ricostruzione, l’ex fantasista di Sampdoria e Parma ha proposto agli assalitori di andare a casa sua per consegnare loro denaro contante. I malviventi hanno accettato la proposta e lo hanno accompagnato a casa, a poca distanza dal luogo dell’aggressione.

Una volta arrivati, Ortega è sceso dall’auto, da solo, per andare a prendere il danaro dentro casa, mentre il commercialista è rimasto in mano come ostaggio. Quando ormai era chiaro che Ortega non sarebbe tornato indietro, i sequestratori hanno deciso di lasciare libero il commercialista e di scappare con l’auto.

Secondo il racconto dello stesso Ortega, i due assalitori indossavano giubbotti antiproiettile e imbracciavano delle mitragliette. Si sono “accontentati” di tenere l’auto dell’ex calciatore: un modello esclusivo presente in Argentina in solo cinque esemplari.