Sei qui: Home » Copertina » La notte di Alessandro Matri: rilanciarsi, scuotere il Diavolo e…

La notte di Alessandro Matri: rilanciarsi, scuotere il Diavolo e…

Matri (Spaziomilan)Fra poche ore allo Juventus Stadium andrà in onda il posticipo della settima giornata di serie A tra Juventus e Milan
Inutile dire che tra i rossoneri il giocatore più atteso, quello che avrà tutti gli occhi puntati addosso sarà Alessandro Matri, grande ex della partita.

In bianconero ha segnato tanto, nei due anni di Conte è stato l’attaccante più prolifico, 29 centri in 83 partite, con molti gol fatti entrando dalla panchina e segnando reti decisive per lo scudetto (vedi il pareggio a San Siro nella gara del ‘gol’ di Muntari). Ma adesso è il passato, adesso è rossonera la sua maglia e tutti aspettano il suo primo gol milanista. Nei giorni scorsi ha dichiarato che in caso di gol esulterebbe perchè non ci vedrebbe niente di male e forse anche perchè il gol inizia a mancargli, quasi come un’ossessione.
Senza Balotelli il peso dell’attacco è tutto sulle sue spalle, Allegri gli chiede la solita gara di sacrificio e movimento consapevole che il gol prima o poi arriverà. Dall’altra parte Conte, che in estate aveva contestato la sua cessione, spera non si sblocchi proprio contro di loro.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, si punta l'affare dal PSG: le ultime

Ancora poche ore per capire se l’ex Cagliari coglierà al volo l’occasione e timbrerà il classico gol dell’ex o se i tifosi rossoneri dovranno aspettare ancora prima di esultare a una rete del loro nuovo numero 9!