Sei qui: Home » Ipse dixit » Thuram: “Quelli su Balotelli sono cori razzisti, chi parla di antipatia è ipocrita”

Thuram: “Quelli su Balotelli sono cori razzisti, chi parla di antipatia è ipocrita”

Ajax vs Milan - UEFA Champions League 2013/2014Come abbiamo potuto più volte constatare, la “dottrina” relativa agli episodi che costantemente colpiscono Mario Balotelli è caratterizzata da due correnti contrapposte: quella di chi ritiene trattasi di semplici sfottò, dovuti all’antipatia che il centravanti rossonero farebbe scaturire nei tifosi avversari e chi, d’altro canto, giudica veri e propri esempi di razzismo gli epiteti che vengono indirizzati a SuperMario.

Di questo secondo gruppo ha ammesso di fare parte Lilian Thuram, ex grande difensore di Juventus e Barcellona: “La scusante dell’antipatia di Mario è una forma di ipocrisia. Uno antipatico può essere disturbato in tanti modi. Il verso della scimmia è invece riconducibile solo alla sua pelle. Dunque è razzismo”. In questa intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il francese ha poi detto qual è il rimedio che lui consiglierebbe in presenza di cori razzisti: “Dato che è l’arbitro a decidere, io suggerisco di togliere punti all’arbitro che non sospende le partite, come con la patente. Piuttosto i calciatori dovrebbero rifiutarsi di giocare. Tutti, non solo chi viene offeso”.