milanello scommesse - Aumenteranno i controlli al centro sportivo

Più controlli a Milanello per evitare spiacevoli sorprese

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il nuovo filone del calcio scommesse ha sconvolto ancora una volta il mondo del calcio, soprattutto per i nomi tirati in ballo, Gattuso e Brocchi su tutti. A Milanello hanno drizzato le antenne, non certo per l’innocenza dei due milanisti che è data per scontata, ma per la sicurezza del centro sportivo e per non rischiare più che qualche tesserato venga poi incastrato dai personaggi sospetti.

Il campo d’allenamento del Milan è sorvegliato 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno anche quando la squadra non si allena ma le conoscenze possono provocare presenze scomode all’interno del centro, gli amici degli amici sono all’ordine del giorno e a volte non si certifica la reale presenza di determinati di soggetti, come per esempio Francesco Bazzani (uno degli arrestati l’altro ieri e che avrebbe fatto uscire i nomi di Gattuso e Brocchi) che sarebbe stato a Milanello ben due volte, a febbraio e a maggio del 2011.

Secondo la Procura Bazzani incontrava e avviava i contatti con alcuni giocatori del Milan ed era presente durante le partite incriminate (Milan-Lazio, Chievo-Milan e Milan-Bari del 2011) per seguirne il “regolare” andamento. Ed è  stato prima di questi match, sempre secondo le indagini, che si è recato a Milanello “da dove inviava messaggi a Gattuso e Pipieri”. Salvatore Pipieri è un amico intimo e socio in affari dell’ex numero 8 rossonero. Le distanze da Bazzani sono state già prese ma per evitare nuove sorprese e nuove infiltrazioni al Milan stanno pensando di aumentare la sicurezza, una richiesta fatta anche da Allegri qualche settimana fa, per evitare la continua fuga di notizie interne allo spogliatoio.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy