verratti milan- Verratti da giovanissimo rifiutò il Milan

Verratti rossonero mancato: “A tredici anni rifiutai, ma non perché sono juventino”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Di un centrocampista come Marco Verratti, nella pochezza tecnica di questo piccolo Milan, ci sarebbe bisogno come il pane. E pensare che il giovane pescarese, fin da giovanissimo avrebbe potuto incrociare la strada della sua carriera con i colori rossoneri. Ma così non fu, e Verratti ne spiega il motivo in un’intervista al Journal du Dimanche.

Il ventunenne, in forza al Paris Saint-Germain dall’estate del 2012, rivela i motivi dei suoi mancati trasferimenti ai due club italiani in passato interessati a lui, cioè Juventus e Milan. Ecco le sue parole sul mancato trasferimento in bianconero: “L’anno scorso non è stato così difficile rifiutare la Juventusperché a Torino non avrei giocato e mi avrebbero prestato ad un’altra squadra, invece il Psg mi ha permesso di farlo. Per questo motivo non ho avuto dubbi a dire subito sì al club francese, e la trattativa è andata in porto nel giro di una settimana” Per quanto riguarda il Milan, ecco la precisazione del numero 24 parigino: “So che si dice che a 13 anni ho rifiutato il Milan perché sono un tifoso della Juve, ma è una leggenda. Giocai a Milano con il Pescara e i dirigenti rossoneri volevano che rimanessi da loro. Per me era qualcosa di inaspettato e così preferii tornare a casa. Quando sei giovane non hai obiettivi troppo ambiziosi, allora il mio sogno era di giocare per la squadra della mia città e non in un’altra galassia

Bivi che portano a destinazioni diverse: ora Verratti sta bene a Parigi, e gli argomenti economici per convincere il club francese a privarsene dovrebbero essere molto convincenti. Fin troppo, per qualsiasi club italiano che in futuro voglia tentare un’altra volta.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy