Muntari in giornata sì, il modulo penalizza ancora troppi interpreti

LE PAGELLE (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ABBIATI 6 – Nulla in particolare da segnalare. Sul gol non ha colpe.

DE SCIGLIO 5.5 – Ha tutto per sfondare. Tutto. Tranne il cross.

RAMI 7 – In netta crescita: è autore del gol del decisivo pareggio, ma è anche più pulito del solito dietro. Tiene in gioco Immobile sul gol del Torino, ma Bonera fa tutto il resto.

BONERA 5 – Sul gol di Immobile, è comico come viene tagliato fuori di netto. Ci ritenta, ma Cerci lo grazia. Momento no.

EMANUELSON 6 – Spinge tanto, rischia un altro rigore in “stile Urby”, ma il suo apporto in zona cross è importante.

MUNTARI 6.5 – Non sai mai con che luna scenda in campo: quando è buona, è un valore aggiunto. Se la giocherà con gli altri in quella posizione.

Dal 63′, DE JONG 6 – Prosegue, pur con meno incisività, il buon lavoro di Muntari.

MONTOLIVO 6 – Fa quello che dovrebbe fare, non sempre con lucidità, ma non mancano inserimenti, copertura e qualche tentativo a rete.

HONDA 5 – Non ha ancora ben interiorizzato la posizione in campo. Ed è il dato più preoccupante. Poi si defila sulla destra e qualcosa in più lo combina, ma sempre troppo poco.

Dall’89’, PETAGNA sv

KAKA 5.5 – Non gira. Non è il suo modulo e il nervosismo è tanto. Troppo spesso cerca di fare tutto da solo, con pochi risultati.

ROBINHO 5.5 – Grande feeling con Emanuelson, ma è sempre troppo evanescente.

Dal 75′, SAPONARA sv

PAZZINI 6 – Fa di tutto, davvero di tutto per sfruttare i pochi palloni puliti che gli arrivano. Cerca anche di andarseli a recuperare, ma non è il suo gioco.

SEEDORF 5.5 – Il 4-2-3-1, per ora, è difficilmente sostenibile. Azzecca la scelta iniziale di Muntari e scopre Rami, ma i tre trequartisti si elidono tra loro.