Zaccheroni: “Milan e Inter stanno cambiando tanto. Honda dà il meglio di sé come trequartista”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il ct del Giappone, Alberto Zaccheroni, ha rilasciato un’intervista a Mediaset Premium, nella quale ha parlato di due delle sue ex squadre, Milan ed Inter, analizzando il momento particolarmente complicato delle due compagini del capoluogo lombardo: “Solitamente era solo una delle due a non andare bene ed è strano vederle entrambe in difficoltà. Il Milan sta cambiando tanto a livello dirigenziale così come l’Inter che ha cambiato presidente. Sono due cantieri aperti. È facile per me dire che bisogna dare una continuità tecnica per valorizzare una rosa e far crescere i giocatori“.

Due dei suoi elementi migliori sono protagonisti nelle rispettive squadre: “Nagatomo e Honda? È gratificante per il lavoro che abbiamo fatto col Giappone. Il primo sta facendo molto bene già da tempo, mentre il secondo può imporsi nel Milan perché ha le qualità tecniche e fisiche giuste. Keisuke gioca molto a destra, ma gli manca un po’ di velocità che recupera grazie alla tecnica e al tiro: per questo credo che dia il meglio di se giocando dietro le punte. Il Milan però ha tanti giocatori in quella zona di campo e Seedorf dovrà fare scelte abbinando bene le caratteristiche di tutti. Penso però che entrambi possano restare ancora a lungo a Milano“.

Chiosa finale sulle voci che lo vorrebbero sulla panchina della Nazionale italiana quando Cesare Prandelli lascerà gli azzurri al termine del Mondiale brasiliano: “È un tema che non affronto. Sono in Giappone da 4 anni e mi trovo molto bene“.