Cavinato (all. Zebre): “L’analisi delle partite dall’alto è più accurata: il calcio segua il rugby”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nel rugby oramai è una consuetudine, il calcio si sta lentamente avvicinando. Andrea Cavinato, allenatore delle Zebre, squadra di rugby in Celtic League, è stato uno dei primi in Italia ad adottare la pratica di osservare le partite dall’alto, dalle tribune, mentre in altre parti del mondo è da tempo considerata un punto di partenza per preparare strategie e tattiche di gioco. Inzaghi e il suo staff ne faranno largo uso durante la prossima stagione e lo stesso Cavinato, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha confessato che “in tribuna hai a disposizione video, dati, telecamere speciali. L’analisi è più accurata rispetto a quello che si potrebbe fare a bordocampo”.

Durante la presentazione del suo staff, mister Filippo Inzaghi ha spiegato che saranno Matteucci e Maldera, in stretta collaborazione con Fulvio Fiorin, ad avere questa funzione di supervisione delle partite dall’alto. “Calcio e rugby sono due sport simili, – continua Cavinato –, si compongono di azioni lunghe si una superficie ampia. Dall’alto vedi i movimenti, le linee di corsa, di passaggio: me ne sono accorto quando sono andato a vedere una partita del Parma”.

“E poi chi ha un carattere esuberante, – conclude il tecnico delle Zebre –, non rischuia squalifiche. Anche se non hai un rapporto diretto coi giocatori…”. Filippo Inzaghi, adesso, è avvisato.