Da Montolivo a Nesta il messaggio è sempre lo stesso: il popolo di Twitter in delirio per Menez

Novanta minuti che rimarranno nella storia, quelli tra Parma e Milan. Una partita epica, che ha visto i rossoneri trionfare per 5-4 e che adesso si ritrovano primi a punteggio pieno dopo due giornate. Anche il popolo di Twitter, dopo la partita, ha manifestato sul celebre social network tutta la sua gioia per la vittoria del Milan. Ma tuti i messaggi sono per il migliore in campo della serata, Jeremy Menez.

GIOCATORI

Montolivo: “Che partita incredibile!grandi ragazzi.grande cuore! #forzamilan #avanticosì”.

STAFF

Mister Brocchi: “Ottimo week end , noi abbiamo vinto , la prima squadra ha vinto , i miei ex compagni hanno vinto !!! Bravi tutti !!!”.

Filippo Galli: “Ben fatto ragazzi”.

ALTRI

Alessandro Nesta: “In questa partita le abbiamo viste veramente tutte. Grande #Menez .#ParmaMilan #SerieA”.

Enrico Ruggeri (cantante): “Sarà anche stata una partita con 100 errori,ma Milan-Parma è stata un romanzo incredibile. Complimenti a tutti per il cuore gettato in campo”.

Aldo Dolcetti (ex allenatore Primavera Milan): “Domenica: allenamento, divano tra la domenica e le partite, foto da panico, idea di ikea e un 4-5…”.

Cristiano Ruiu (giornalista, Mediapason): “JereMITICO Pippo! E non dimentichiamo Cassano… Grazie per l’assist…”.

Matteo Caronni (gioralista, Mediapason): #Milan coraggioso e grintoso, ma giocando così in Champions non ci arrivi mai”.

Marco Foroni (giornalista, Madiaset): “Anche considerando l’assist dei difensori del #Parma, il gol di tacco (con giocata annessa) è meraviglioso. #Menez #ParmaMilan”.

Manuel El Shaarawy (procuratore e fratello di El Shaarawy): “Questa è veramente una vittoria di cuore !! Grande #MisterInzaghi Grande @acmilan Grandi ragazzi ! Avanti così ! Aspettando @OfficialEl92 !!”.

Nicola Savino (presentatore tv): “Anche se non sapete cosa sia il pallone guardate gli ultimi 5 di #ParmaMilan . #maivisto #incredibile”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy