Sei qui: Home » Copertina » Nava a SM: “Siamo un gruppo non eccelso, ma compensiamo col carattere. Torres? Gli serve tempo”

Nava a SM: “Siamo un gruppo non eccelso, ma compensiamo col carattere. Torres? Gli serve tempo”

Intervenuto telefonicamente al nostro programma “SpazioMilan”, in onda ogni martedì dalle 12 alle 13.30 su Top Calcio24, canale 114 del digitale terrestre, e su WingaTv, canale 63 del digitale terrestre, l’allenatore della Berretti del Milan, Stefano Nava, ha esordito parlando dell’inizio di campionato dei suoi ragazzi: “A Venezia abbiamo perso perchè loro hanno giocato molto meglio di noi, il motivo è semplice. Nonostante ciò, i miei ragazzi si stanno impegnando molto, è un gruppo qualitativamente non eccelso, che però sopperisce a ciò con unione, coesione e forza d’insieme e questo ci ha permesso di toglierci qualche soddisfazione. Speriamo di rimetterci subito in carreggiata ed esprimere il nostro potenziale, con una buona prestazione nel turno infrasettimanale”.

L’allenatore si sofferma poi su alcuni elementi della sua rosa: “Cestagalli? Da lui mi aspetto molto di più, non mi lascio condizionare solo dai gol che sta segnando. Donnarumma? E’ un ‘99 ed è un ottimo portiere, ha qualità fuori dalla norma, ha fisico, tecnica e personalità ed un’ottima gestione del corpo. Inoltre riesce a vivere i monti difficili della partita con grande serenità. Il suo percorso è ancora molto lungo, deve affrontarlo col criterio e la determinazione che lui ha. È destinato ad arrivare in alto”.

LEGGI ANCHE:  Il giornalista esalta il Milan: “Più avanti di Inter e Juve per un motivo”

Nava non lesina elogi al suo collega Pippo Inzaghi: “Deve lottare con le tante difficoltà che derivano dall’essere allenatore di una grande squadra: non è facile gestire pressioni, e tanti grandi giocatori, ma è normale ed i risultati lo stanno aiutando, ultimo quello con la Samp. Mi auguro possa proseguire su questa strada, ha creato grande entusiasmo, si respira una splendida atmosfera. Il tifoso milanista è esigente, ma Pippo nel corso del progetto può soddisfare i tifosi del Milan”.

La conclusione è su Torres e sul suo momento certamente difficile in questi primi mesi di Milan: “Non credo sia stato un acquisto sbagliato, è un grande giocatore che ha fatto la storia del calcio, adesso bisogna metterlo nelle condizioni per esprimere il suo talento, sta vivendo un normale periodo di ambientamento. Lui si mette sempre a disposizione e lavora molto in allenamento. L’aiuto di Pippo potrà aiutarlo a rendere al massimo, è un bene per il Milan essere arrivato ad un giocatore di questo calibro”.