Sei qui: Home » Copertina » SM ESCLUSIVO/ Davide Ballardini: “Inzaghi, potevi fare meglio. Ci sono ora ex calciatori che possono essere importanti, su Destro…”

SM ESCLUSIVO/ Davide Ballardini: “Inzaghi, potevi fare meglio. Ci sono ora ex calciatori che possono essere importanti, su Destro…”

Intervenuto telefonicamente al nostro programma “SpazioMilan”, in onda ogni martedì dalle 12 alle 13.30 su Top Calcio24, canale 114 del digitale terrestre, e su WingaTv, canale 63 del digitale terrestre, Davide Ballardini, ex allenatore di Bologna, Genoa e Cagliari, ha parlato del momento del Milan e del suo collega Inzaghi: “Ci sono tanti bravi giocatori, difficili da assemblare e manca un’idea molto chiara di gioco. Non c’è mai stata l’occasione che io andassi al Milan. Da esterno, su Inzaghi, faccio fatica ad esprimere un giudizio. Non è facile metterli insieme ma comunque il Milan non aveva le coppe quindi probabilmente si poteva fare meglio dal punto di vista del gioco e dei risultati”.

“Palermo? E’ una squadra molto chiara e concreta, – continua Ballardini –, compatta, concedono poco. Quando ripartono poi sono micidiali, hanno dei giocatori in attacco che in contropiede che possono pungere parecchio e che possono far male a chiunque. Ma credo che il Milan sia molto più forte del Palermo quindi c’è la possibilità di strappare punti al Barbera. Destro? E’ rapido, veloce, abile, segna di destro, di sinistro, di testa. Ha tutte le qualità per essere un grande attaccante, ma deve migliorare nel fatto di essere più presente nella partita. Ogni tanto si estranea, ma è un giocatore molto importante e ci deve sempre essere”.

“Futuro Milan? Spero, – conclude Ballardini –, che Berlusconi rimanga alla guida della società. Ci sono tanti ex giocatori che potrebbero dare una mano al Milan, magari non facendo direttamente gli allenatori ma con ruoli importanti. Il Milan ha un grande patrimonio, io ho avuto la fortuna di lavorarci tre anni e tutto il patrimonio rossonero è fatto di uomini per bene e capaci. Spero che la guida rimanga la stessa e che ci sia l’inserimento di alcune persone importanti per dare un indirizzo chiaro al Milan per tornare in cima al mondo come è giusto che sia”.