Se presiedere fa rima con ledere

Fabrizio Villa collabora con SpazioMilan.it da settembre 2011, dopo esser stato realizzatore nel 2010 per Sky Sport. E’ opinionista a “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

Il passo falso del Mapei Stadium, ha favorito il ritorno in pompa magna dello scetticismo presidenziale nei confronti della gestione Mihajlovic. Probabilmente la sconfitta col Sassuolo è solo un banale pretesto. Guarda caso, nel giro di pochissimo, si è tornati alle liste dei papabili allenatori in vista della nuova stagione.

Chi sostiene possa essere Di Francesco, chi Donadoni, chi ancora dice verrà formulata un’offerta per Sarri -il quale ancora non ha firmato l’opzione per il secondo anno a Napoli- mentre da ieri sono tornati nuovamente i rumor relativi a Brocchi affiancato da Lippi.

Sembra di essere in piena campagna di mercato estiva. Peccato sia marzo, ci sia un campionato da giocare, una classifica che si può e si deve migliorare e una finale a maggio di Coppa Italia da provare a conquistare. Il tutto condito da un allenatore determinato, con una forte personalità e sopratutto col pieno sostegno della squadra.

In più circostanze attraverso le voce di Abbiati e Abate, i ‘vecchi’ dello spogliatoio hanno pubblicamente chiesto la sua conferma. Contraddirli e forzare un avvicendamento in panchina, delegittimerebbe la loro leadership, oltre naturalmente a costringere il Diavolo a l’ennesimo anno zero.

Fa specie vedere come le direttive dirigenziali cambino in continuazione. Solo poche settimane fa, durante le celebrazioni dei 30 di presidenza Berlusconi, il numero uno rossonero indicava come obiettivo “due finali di Champions nei prossimi 5 anni”. Come? Radendo al suolo stagione per stagione ogni progetto tecnico? E con quali giocatori raggiungere traguardi così ambiziosi? Coi Balotelli, che un giorno sono ‘mele marce’, il giorno dopo ‘campioni da valorizzare’?

Forti, credibili e vincenti, si diventa con un processo di crescita coerente. Non con arroganza, presunzione e sparate ad effetto.

Twitter: @fabryvilla84

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy