Repubblica: e se tra i problemi del Milan ci fosse anche… il kamut?

Va bene l’infermeria piena, va bene il mercato condotto senza soldi, ma tra le cause del momento no del Milan potrebbe esserci anche… la dieta vegana. Avete letto bene, perchè, secondo quanto scrive oggi La Repubblica, dalle parti di Milanello ha cominciato a farsi strada la sensazione di avere un calo nelle forze fisiche dovute al ferreo regime dietetico a cui sono sottoposti i giocatori rossoneri.

Il preparatore atletico di Montella, Emanuele Marra, è infatti un convinto sostenitore del veganismo e ad occuparsi del menu è la naturopata Michela Valentina Benaglia, che ha imposto un no tassativo a succhi di frutta e bevande zuccherate, rimpiazzati dal famigerato latte di soia o di cocco.

LEGGI ANCHE:  Scudetto Milan, Messias assente sul pullman durante i festeggiamenti: svelato il motivo

E non è tutto: è vietato il pomodoro, la vigilia della partita i giocatori mangiano zuppa di verdure e riso basmati o pasta di kamut integrale con ragù bianco di pollo ed il giorno del match, pasta di kamut con pesto vegetale e tacchino alla piastra o frutta secca e riso venere con carote e piselli o lasagne integrali di radicchio rosso con besciamella vegetale. Insomma, non il massimo del gusto per Abate e compagni: che l’affievolimento in mezzo al campo sia dovuto anche a questo?