CONFERENZA STAMPA/ Montella: "Nel primo tempo abbiamo fatto male, peccato per le occasioni sprecate"

CONFERENZA STAMPA/ Montella: “Nel primo tempo abbiamo fatto male, peccato per le occasioni sprecate”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Queste le dichiarazioni rilasciate, nel corso della conferenza stampa successiva alla gara esterna contro il Pescara, da Vincenzo Montella:

“Nel primo tempo, avremmo potuto fare molto meglio. Noi abbiamo bisogno di muoverci di più, in zona creazione, rispetto a quanto fatto. Nel primo tempo, ci siamo allungati, giocando un po’ con frenesia. Nella ripresa, abbiamo fatto meglio, forzando la gara nel finale, creando tre o quattro occasioni. Se avessimo vinto, avremmo meritato la vittoria e si sarebbe parlato di un Milan che, con orgoglio, vince le partite. Oggi l’orgoglio non è bastato, dobbiamo fare meglio, ma abbiamo tutte le possibilità per inseguire ancora il nostro obiettivo. Io penso sia ancora tutto aperto, abbiamo due scontri diretti importanti”.

E ancora:Oggi c’è stato anche il merito del Pescara, noi siamo stati bravi a stanarli dall’inizio. Ci sono cose su cui lavorare ma sicuramente la squadra ha dato tutto. Non ho paura di ripercussioni psicologiche. L’autogol? Sono situazioni di gioco, Paletta l’ha letta in maniera diversa, gliel’ha giocata all’interno, ne è venuta fuori una vita di mezzo e sono stati sbagliati controllo e passaggio, ma sono cose che capitano. Il Pescara è una squadra che, se non affrontata in maniera adeguata, riesce a far venir fuori qualità. Zeman? Ci siamo incrociati prima e dopo. Scelsi la Roma anche perché c’era lui. Se il Pescara può farcela? Se fai un filotto di vittorie, puoi rientrare in corsa”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy