Donnarumma, se le "pressioni psicologiche" fossero tutte così...

Donnarumma, se le “pressioni psicologiche” fossero tutte così…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Giusto per non farci mancare nulla, in una stagione che doveva essere di rinascita e che invece si sta rivelando un altro purgatorio, è riesploso il caso Donnarumma proprio a ridosso del mercato di gennaio. Casualità? Chissà.

I TIFOSI

Tastando un po’ l’umore e le opinioni dei tifosi, il risultato è netto. Il popolo milanista si è schierato con la società e, come in estate, anche adesso è pronto a processare Donnarumma. San Siro non ha mai abbandonato il portiere, ma qualcosa si è rotto già da molti mesi.

PRESSIONE PSICOLOGICA

Donnarumma, a quanto pare, avrebbe detto di aver subito pressioni psicologiche dal Milan al momento della firma del contratto. 5 milioni di euro a stagione, più 1 milione per suo fratello. Non ne faccio una questione di soldi, ma quella sollevata è una polemica ridicola e irrispettosa verso chi le pressioni, anche nel calcio, le subisce davvero.

QUINDI?

Cosa vuole, quindi Donnarumma? E Raiola? Perché ricominciare la guerra proprio in una fase così delicata della stagione e a meno di un mese dall’apertura del mercato invernale? Magari è impossibile, magari no, ma la butto lì: e se Donnarumma fosse ceduto già a gennaio?

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy