Europa League, Ludogorets: tutto quello che c’è da sapere sull’avversario del Milan ai sedicesimi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il dio dell’Europa League, quest’anno, è l’unico clemente al Milan. Altro giro, altro regalo. Dopo un girone tutt’altro che impervio, l’Europa (quella che conta meno) è ancora favorevole ai rossoneri. Almeno sulla carta. Ai sedicesimi sarà Milan-Ludogorets. O meglio, prima Ludogorets-Milan (15 febbraio) poi Milan-Ludogorets (22 febbraio). I due club mai si sono affrontati nella loro storia, ma c’è sempre una prima volta. Proviamo ad analizzare gli avversari ai raggi x.

INFO BASE

Squadra bulgara, con sede a Razgrad. Lo stadio è la Ludogorets Arena, con una capienza di circa 12 500 posti. Il completo casalingo è verde. Hanno vinto sei scudetti bulgari, due coppe bulgare e due supercoppe.

CAMPIONATO

In campionato la squadra è messa piuttosto bene. Alle 16.00 di oggi è seconda, ma alle 16.30 gioca contro il Pirin: vincendo si prenderebbe la vetta, sorpassando di un punto il Cska Sofia. Sono la Juventus di Bulgaria: vincono la massima serie da sei anni consecutivi. In particolare non perdono un campionato dal 2011/2012, anno in cui parteciparono per la prima volta alla Seria A bulgara.

EUROPA LEAGUE

Fuori dai preliminari di Champions (perché eliminati da quel Beer Sheva che a Milano è tanto celebre), i bulgari approdano ai sedicesimi di Europa League da secondi del loro girone (formato da Braga, Hoffenheim e Basaksehir). Qui hanno totalizzato nove punti (due in meno del Milan), frutto di due vittorie e tre pareggi. Da sottolineare i pochi gol subiti: soltanto cinque in sei partite (uno in meno del Milan).

UOMO CHIAVE

Agli ordini di mister Dimitar Dimitrov (allenatore modesto con esperienze in Bulgaria e Medio Oriente), la rosa del Ludogorets è mix di Bulgaria e Sud America. In particolare spicca la colonia, vastissima, di brasiliani: Renan, Rafael, Natanael, Cicinho, Sasha, Campanharo, Wanderson, Joao Paulo, Juninho. Ma, sopratutto, Marcelinho. E’ lui la vera stella: dieci gol e sei assit in ventiquattro presenze, quest’anno. Se c’è un uomo da braccare stretto è sicuramente lui.

FORMAZIONE TIPO

4-3-3: Renan; Cicinho, Plastun, Moti, Natanael; Anicet, Dyakov, Goralski; Wanderson, Marcelinho, Vura.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy