Ora il faro si accende sulla gestione di Mirabelli