Nestor Combin: “La Coppa Intercontinentale del ’69? Mi arrestarono per renitenza, pensavo di morire”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’ex attaccante del Milan Nestor Combin, durante l’intervista rilasciata a Il Giornale, è tornato a parlare della Coppa Intercontinentale vinta con la maglia dei rossoneri il 22 ottobre 1969, soffermandosi sulla gara di ritorno: “Già in aeroporto vidi un soldato con la mitraglietta che mi fissava. Pensai ce l’avessero con me. Mi arrestarono per renitenza (a fine partita, poi fu rilasciato grazie anche all’intervento del presidente argentino Ongania, ndr)ma in carcere finirono i miei aguzzini. Picchiavano tutti, soprattutto me. Cominciarono a sputarmi addosso, presi calci da tutte le parti. Pensavo mi uccidessero. Mi guardavano come fossi un delinquente, ma i criminali erano loro. Avevo invitato mia mamma allo stadio, si era fatta tre ore di viaggio per vedermi giocare e invece assistette al mio massacro”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook