Antonini, dalla curva alla fascia