Dai brasiliani agli argentini, la metamorfosi sudamericana