Urla, sorrisi e... idee più chiare? Montella vede crescere il suo Milan