CorSera, Milan: serenità ed entusiasmo antidoti per il dopo-sosta?