Suso uomo di parola: grande con (e come) il Milan. E Deulofeu non lo preoccupa